Articoli

Angsa Umbria partecipa alla programmazione del Piano Sanitario 2018-2020

Abbiamo preso parte, lo scorso 6 dicembre, al percorso di creazione e programmazione per il Piano Sanitario regionale 2018-2020, di cui si è discusso a Villa Umbra.
Protagonisti sono stati persone, professionisti, associazioni, grazie all’hashtag #cittadinoalcentro.

Presenti come relatori: Luca Barberini (assessore Sanità, Coesione sociale e Welfare della Regione Umbria); Emilio Duca (direttore generale Azienda Ospedaliera di Perugia); Walter Orlandi (direttore regionale Salute, Welfare e Risorse Umane della Regione Umbria); il professor Alfonso Tortorella (direttore del dipartimento di medicina – Sez. Psichiatria, psicologia clinica e riabilitazione psichiatrica della scuola di specializzazione in Psichiatria dell’Università di Perugia); Paola Pisanti (Comitato Scientifico a supporto del Piano Sanitario regionale 2018-2020 e Direzione generale della programmazione sanitaria, Ministero della Salute); Paola Casucci (dirigente regionale Salute e coesione sociale Servizio Mobilità sanitaria e gestione del sistema informativo sanitario e sociale); Gabriella Carnio (responsabile del dipartimento delle professioni sanitarie).

Sui temi della neuropsichiatria infantile e della psichiatria, Angsa Umbria condivide gli interventi degli esponenti dell’Spdc (Servizio psichiatrico diagnosi e cura) di Perugia e della FISH Umbria (Federazione Italiana Superamento Handicap), le quali hanno sottolineato il bisogno di incremento del personale impegnato nella salute mentale e la nascita di un reparto di neuropsichiatria in Umbria.

Angsa parteciperà a due dei tavoli tematici previsti dell’Assessorato alla Salute della Regione Umbria: un nuovo strumento di programmazione per costruire un modello di sanità in grado di dare risposte più adeguate ed efficaci ai bisogni di salute dei cittadini. In un contesto sociale completamente cambiato, è infatti opportuno rivisitare il nostro sistema sanitario per raccogliere al meglio le sfide del futuro, ponendo al centro il cittadino e puntando su qualità, equità, universalità, accessibilità e innovazione. Ecco perché crediamo, e concordiamo con la Regione Umbria, che in questa fase sia indispensabile un’ampia partecipazione della comunità regionale e di tutte le categorie interessate.

Natale con Angsa | Il pranzo “Solidarietà… di gusto 2017!”

Trascorrere insieme il pranzo della domenica. Farsi gli auguri in vista dell’arrivo del Natale. Incontrare soci, amici, famiglie, sostenitori di Angsa Umbria. Anche quest’anno si può, grazie al tradizionale appuntamento con “Solidarietà… di gusto!”.

Quest’anno festeggeremo tutti insieme il 10 dicembre, a partire dalle ore 12.30, al ristorante Delfina Palace Hotel, in via della Fornacetta a Foligno. Abbiamo in serbo per voi un gustoso menù. Partecipare al pranzo di Natale di Angsa è un gesto che vale doppio: si festeggia insieme, ma sopratutto si diventa parte di una comunità votata al sociale e all’aiuto di bambini e giovani affetti dalla sindrome dello spettro autistico.

Per info, prenotazioni e conferma, potete telefonare allo 0742.303153 oppure al 328.5723744.

Come ogni anno è nostro piacere ringraziare l’organizzazione di Angsa Umbria Onlus e agli sponsor Cattolica Assicurazioni, di Bastia Umbra e Ponte San Giovanni, e Assi Tre Sas di Ciancabilla Fabio & C. S.a.s., che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento.

 

Convegno ANGSA Bologna, “Autismo, non solo bambini” | L’intervento dall’Umbria

Durante il convegno organizzato da Angsa Bologna, anche la presidente di Angsa Umbria, Paola Carnevali Valentini, ha preso parola per parlare di autismo, concentrandosi in particolare sull’esperienza del centro diurno La Semente, a Limiti di Spello, dove vengono accolti adulti con o senza disabilità intellettiva, senza limiti di gravità. Un team di operatori formati e motivati tiene impegnati gli utenti con attività che li preparano al lavoro agricolo, utilizzando tutto il tempo necessario.
Quando le abilità acquisite sono spendibili nel lavoro produttivo, essi diventano dei veri lavoratori con regolare busta paga e vengono trasferiti o nella fattoria sociale annessa alla semente o in aziende agricole del territorio.

La relazione di ANGSA Umbria si può ascoltare al link:

  https://www.youtube.com/watch?v=c6LZjs2B_ow&t=8s

Il lavoro

Francesco Crisafulli e Ingrid Bonsi hanno parlato, a loro volta, di lavoro. Se il lavoro non é l’unico elemento costitutivo dell’adultitá, esso ne é comunque uno dei principali. Il lavoro dà la soddisfazione di vederne il risultato a prodotto finito, rende possibile l’incontro con altre persone con le quali possono nascere belle amicizie, dà un ritmo alla giornata e aumenta l’autostima, oltre naturalmente alla soddisfazione dello stipendio alla fine del mese.
Se questo è valido per tutti, lo è molto di più per chi ha poche risorse. Chi infatti ha cultura, interessi, amici, fantasia e soldi, sa benissimo come passare piacevolmente il tempo anche senza lavorare, ma questo non vale per chi non ha queste fortunate caratteristiche.
Se lo spettro dell’autismo é molto ampio, anche l’offerta di lavoro deve essere ampia e variegata.

Francesco Crisafulli e Ingrid Bonsi hanno presentato un’esperienza di collaborazione tra l’ASL e un’azienda privata per l’inserimento lavorativo di persone con autismo ad alto funzionamento. Si tratta di lavoro nell’ambito dell’informatica.
Siamo ancora nella fase dell’apprendistato, ma un apprendistato pensato appositamente per queste persone con le loro peculiarissime esigenze. La formazione avviene in azienda con il supporto degli educatori dell’ASL. Si tratta di un’esperienza del tutto nuova e noi facciamo il tifo perché tutti gli apprendisti dopo il periodo di formazione vengano assunti.
Questo lo impareremo in un prossimo evento. Intanto ascoltiamo Francesco Crisafulli e Ingrid Bonsi al link:

https://www.youtube.com/watch?v=5MKXgEmgrOA&t=5s 

Infine a questo link trovate le slide della loro presentazione:

http://www.autismo33.it/autismo_edu/14_ott_2017_non_solo_bambini/crisafulli.pdf

Angsa Umbria a Bologna per il convegno “Autismo: non solo bambini”

«Intendiamo richiamare alla società tutta il fatto che l’autismo non riguarda solo i bambini»: è partita da questo assunto, l’ANGSA di Bologna (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), nell’organizzare, su richiesta delle famiglie, il convegno intitolato Autismo, non solo bambini, in programma per il 14 ottobre, a Bologna (Sala Borsa Auditorium Biagi, ore 10-18). Anche Angsa Umbria ha partecipato al convegno: la presidente Paola Carnevali Valentini ha infatti portato la sua esperienza con il racconto del centro diurno La Semente a Limiti di Spello, divenuta poi anche fattoria sociale e distretto rurale.
L’evento nasce dalla collaborazione dell’ANGSA Bologna con Biblio Bologna, con la Biblioteca Sala Borsa e con l’Università del capoluogo emiliano, avvalendosi del patrocinio di quest’ultima, dell’Istituto Scolastico Regionale, dall’Azienda Unità Sanitaria Locale (AUSL), del Comune di Bologna e della Regione Emilia Romagna e dal Comune di Bologna. In tal senso porteranno i propri saluti Paolo Zoffoli, presidente della Commissione Sanità Regione Emilia Romagna, Maria Caterina Manca, consigliere comunale di Bologna,oltreché responsabile della Commissione Minori Disabili dell’AUSL e Maurizio Fabbri, vicepresidente della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione di Bologna.

Ad entrare nel dettaglio del programma è Marialba Corona, presidente dell’ANGSA di Bologna, che ha moderato i lavori insieme alla consigliera dell’Associazione Antonella Pignatari: «Di autismo – spiega Corona – non si muore, c’è chi migliora molto, chi migliora poco e chi peggiora per il sopravvenire delle temute quanto frequenti comorbilità psichiatriche e mediche. Con aderenza alla realtà e senza edulcorazioni, due medici hanno parlato della gestione di queste comorbilità (Rita Di Sarro dell’AUSL di Bologna e Andrea Carnuccio della Fondazione Marino per l’Autismo). Il tema della vita adulta è stato poi trattato a trecentosessanta gradi in ogni sua sfaccettatura, a partire dalla presentazione di uno specifico documento da parte della presidente nazionale ANGSA Benedetta De Martis, per passare all’impegno della scuola negli ultimi anni di superiori per la preparazione alla vita adulta (Graziella Roda dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna). Si passerà quindi a parlare di inserimento lavorativo inclusivo (Francesco Crisafulli e Ingrid Irene Bonsi, educatori professionali) e protetto (Paola Carnevali, presidente dell’ANGSA Umbria e Andrea Tittarelli del Centro Diurno Fattoria Sociale La Semente) e all’educazione indispensabile per evitare la segregazione (Francesca Giovannini, educatrice professionale, Chiara Pezzana, neuropsichiatra infantile ed Elena Malaguti dell’Università di Bologna). Verranno infine illustrate le caratteristiche ottimali delle residenze per adulti con autismo (Giovanni Marino, fondatore e presidente della Fondazione Marino per l’Autismo e Federica Garavini, coordinatrice della Cooperativa Insieme per Crescere): queste ultime sono il risultato di immani sacrifici di genitori che non trovando proposte soddisfacenti nell’esistente, hanno messo tutto il loro patrimonio e tutto il loro impegno per costruire realtà abitative che favorissero al massimo la qualità di vita dei figli. Questo dev’essere dunque da stimolo alle Pubbliche Istituzioni, che devono prendere tali esempi per riprodurli e non per attendere che altri genitori riempiano il vuoto».

Articolo ripreso da Superando.it

Natale di Solidarietà in musica a La Semente con il pianista al contrario Maurizio Mastrini

Il centro diurno La Semente ospiterà il “Concerto Baratto” del celebre pianista Maurizio Mastrini in vista del Natale. L’appuntamento è per il 18 dicembre a Limiti di Spello, alle ore 17. Per l’occasione natalizia, il maestro presenterà anche una versione di “Last Christmas” con pianoforte e sonorità elettroniche.

Per assistere al concerto, al posto del biglietto i presenti potranno acquistare ortaggi coltivati dai ragazzi della cooperativa sociale La Semente. Il ricavato verrà devoluto all’associazione Caritas di Foligno.

Il “Baratto Tour” è una formula di musica e solidarietà ideata dal maestro Maurizio Mastrini. A Spello il maestro Mastrini suonerà brani tratti dal suo ultimo album “Heart”, che prende il titolo dall’omonimo brano in cui il pianista ha usato il proprio battito cardiaco, amplificato da sensori acustici, come base ritmica per l’esecuzione musicale.

Per il concerto i posti sono limitati.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni telefonare a Eleonora Spalloni: 338.6344821

Pianista, direttore d’orchestra e compositore di fama internazionale per la lettura degli spartiti al contrario, Maurizio Mastrini non è nuovo a questo tipo di iniziative che coniugano musica e solidarietà. Lo scorso 25 settembre ha, infatti, inaugurato ad Arquata del Tronto “Un piano per la ricostruzione”, tour di beneficenza per i terremotati del centro Italia che prevede anche l’incisione di un cd, i cui ricavati saranno impiegati per la ricostruzione delle zone colpite.

Il disco, dedicato al prof. Massimo Massetti, cardiochirurgo di fama mondiale, è un lavoro in edizione limitata, in cui il pianista Mastrini ha raccolto alcune opere che negli ultimi anni hanno segnato la sua attività. All’esecuzione delle partiture ha unito un’inedita sperimentazione con sonorità elettroniche sovrapposte al pianoforte.

 

E’ online il nuovo Bollettino di Angsa

E’ stato pubblicato, ed è disponibile anche online, il nuovo Bollettino di Angsa Nazionale, l’associazione Genitori Soggetti Autistici. Per leggerlo integralmente potete visitare direttamente il sito di Angsa Nazionale.

Al suo interno è contenuto uno speciale anche sulle attività di Angsa Umbria e sulle nostre ultime iniziative: troverete il resoconto della Giornata Mondiale del 2 Aprile, dedicata alla consapevolezza dell’autismo; della Biennale d’arte di Perugia, all’interno della quale sono state accolte le opere dei ragazzi del nostro centro diurno La Semente, in una cornice di pregio; della Campagna delle rose, con la maratona di raccolta fondi a favore dell’autismo, e della Ruralissima, la corsa campestre in mezzo all’aria pura e ai paesaggi bucolici nella splendida cornice delle campagne di Spello, in provincia di Perugia.

Spazio dedicato anche alle attività che Angsa Umbria organizza insieme al centro diurno La Semente, di Limiti di Spello. Nell’ultimo numero del Bollettino di Angsa, potrete dunque trovare anche foto e descrizione dell’evento della Primavera Bio, promossa insieme ad Aiab Umbria; della partecipazione, con il centro diurno La Semente, alla Fiera del Consumo Sostenibile “Fa’ la cosa giusta!”, tenutasi a Bastia Umbra, in provincia di Perugia.

E poi tante novità, sempre in regione Umbria: l’apertura del nuovo Centro Up!, una struttura socio-educativa rivolta a tutti i minori con una diagnosi di disturbo dello spettro autistico.

Nel Bollettino troverete anche interessanti articoli scientifici del settore. Il focus della ricerca biomedica in questo numero è anche sulle “Nuove opzioni terapeutiche per i disordini dello spettro autistico”. Consigliamo inoltre le interessanti sezione del bollettino sull’autismo nell’età adulta e sui convegni. Buona lettura!

 

“Solidarietà… di gusto 2016!”, il pranzo di Natale con Angsa Umbria

Un pranzo all’insegna della solidarietà, per augurarci buon Natale e festeggiare insieme con Angsa Umbria. Anche quest’anno, come ogni dicembre, la nostra Onlus organizza “Solidarietà… di gusto!” con famiglie, adulti e bambini, operatori del settore e rappresentanti delle istituzioni del territorio. L’appuntamento è per il pranzo del 4 dicembre, alle ore 13, nella splendida e accogliente cornice del Ristorante Zengoni, a Spoleto in località Napoletto, Strada Statale Flaminia al km 123.

Sempre più convinti che il cibo unisca e aiuti a creare nuove amicizie, vogliamo far incontrare nella stessa sala e agli stessi tavoli cucina e solidarietà, giovani e adulti, famiglie e istituzioni, per un’occasione che diventi prima di tutto festa, incontro e scambio. Il pranzo ci permetterà anche di condividere, con tutti, i principali traguardi raggiunti quest’anno e le future attività che ci vedranno impegnati.

La giornata sarà anche l’occasione giusta per la consueta lotteria di Natale: ogni biglietto acquistato per il pranzo, infatti, avrà il suo codice alfa numerico. Durante il pranzo verranno estratti i vincitori dei premi, le opere d’arte donate dall’Associazione Culturale di Bastia Umbria “Gli amici dell’Arte” di Marco Giacchetti. Al termine del pranzo, ci sarà l’occasione per fare un brindisi e scambiarci gli auguri.

E’ gradita una gentile conferma di partecipazione entro il 2 dicembre. Potete comunicarcela al numero 075.8002662, o al 320.3825452 o ancora al 338.6344821.